Brutte notizie dagli States: Il Jailbreak potrebbe tornare ad essere illegale

Il Jailbreak è stato reso legale dal Governo Statunitense in estate 2010 (nel nostro Help Center vi è un estratto del documento ufficiale) e da allora la Apple ha dichiarato una vera e propria “guerra al Jailbreak” assumendo, il 31 agosto scorso, il ventenne Comex: l’hacker creatore di JailbreakMe come ricercatore di sicurezza per iOS. La legalità del Jailbreak, però, non è mai stata permanente: il Governo USA ha dichiarato da subito che il caso andava ricontrollato ed è giunto il momento…

 

Le funzioni principali del Jailbreak, consistono nell’avere il pieno controllo del dispositivo, avendo accesso a tutti i dati presenti su esso e la possibilità di aggiungere ed abilitare funzioni non presenti nativamente. Apple ha sempre temuto il Jailbreak e per questo ha sempre cercato di cercato di impedirlo con ogni nuovo aggiornamento di iOS.
Ultimamente Pod2G è riuscito ad abbattere i sistemi di sicurezza di iOS 5, che sembravano invalicabili, ed ha così rilasciato il Jailbreak Untethered di iOS 5 battendo lo stesso Comex. Dietro al Jailbreak c’è tutto un mondo che va oltre la pirateria di AppTrackr e Install0us, che va oltre xSellize e SinFuliPhone: Cydia non è materiale illegale: Cydia è diritto di tutti, ed ogni utente è consapevole che effettuando il Jailbreak la garanzia viene sospesa (almeno fino al ripristino dello stesso) ma allora perchè impedire una scelta che dovrebbe essere legittima per tutti i possessori di un iDevice.
Perchè rendere illegale qualcosa che ha dato a molti la possibilità di cimentarsi a fondo nel proprio Hobby? Qualcosa che ha dato una possibilità a tutti i programmatori per iOS?
Tra sei giorni si terrà il processo, come salvare il Jailbreak da questa situazione?
Bene, una soluzione c’è: è stato creato un dominio apposito per raccogliere petizioni, pubblicato anche da Charlie Miller su Electronic Frontier Foundation, eccoli di seguito:

Charlie Miller sembra molto preoccupato riguardo ciò, ecco le sue dichiarazioni:

 
Mi raccomando, avete solo 6 giorni per condividere il più possibile e far firmare la petizione: affrettatevi!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *