Il codice di sblocco di un iPhone può essere bypassato in meno di due minuti!

Come misura di sicurezza standard, l’ iPhone di Apple può essere configurato in modo da richiedere una autorizzazione a quattro cifre ogni volta che lo schermo del telefono viene acceso, al fine di prevenire accessi non autorizzati. Abilitando il codice di sicurezza, le informazioni di un utente sono al sicuro se l’iPhone cade in mani sbagliate.  Un recente rapporto di Forbes rivela che in realtà le forze dell’ordine possono bypassare questo controllo, accedendo quindi a tutti i dati personali che sono memorizzati nei nostri dispositivi.

 

A differenza dei vari bug che sono stati trovati all’interno di iOS per ignorare il codice, le forze dell’ordine possono usare un programma speciale della Systemation Micro, un’impresa svedese che vende alle forze dell’ordine e ai militari strumenti per entrare nei dispositivi appartenenti a sospetti criminali.
Il software, chiamato XRY, può facilmente bypassare il codice di sblocco presente nel nostro iOS , scaricare i dati in un PC, decifrare e visualizzare i nostri dati come ad esempio  il log posizioni del GPS, file, il registro delle chiamate, contatti e messaggi. XRY non usa “vulnerabilità backdoor”, ma cerca falle di sicurezza nel software del telefono cellulare, processo simile che viene seguito per fare il jailbreak dei nostri iDevices.
Gli utenti che impostano un codice di sblocco più lungo di quattro cifre saranno più al sicuro in quanto programmi come XRY possono impiegare così tanto tempo a superare “l’ostacolo” che chi agisce spesso tende a rinunciare. Di seguito ecco un video che vi mostrerà il funzionamento di XRY:

Via | bgr

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *