Vendere dispositivi Android usati pone un grande rischio di furto di identità

Gli utenti Android che stanno cercando di vendere i loro vecchi apparecchi dovrebbero essere prudenti  e coscienti delle conseguenze possibili. Robert Siciliano di McAfee ha avvertito che i dati personali dai dispositivi Android non vengono completamente rimossi dopo che un utente attiva l’opzione di cancellamento i dati.


“Quello che è realmente spaventoso, è che anche dopo la procedura di cancellazione, i dati sono ancora lì”, ha detto Siciliano. Se si dispone di un dispositivo BlackBerry o Apple, Siciliano ha dichiarato che i dati possono essere completamente eliminati seguendo le indicazioni del produttore. Per quanto riguarda gli smartphone con sistema operativo Android e computer che eseguono Windows XP, Siciliano raccomanda di non venderli affatto: “Mettilo nel retro di un armadio, oppure in una morsa e trapana fori nel disco rigido, o se si vive in Texas andare in un campo e sparargli” – “Non potete vendere la vostra identità per $50”.
Per verificare la sicurezza di varie piattaforme, Siciliano ha acquistato 30 smartphone e computer da Craigslist. Il ricercatore è stato in grado di accedere ai dati personali da 15 dei 30 dispositivi attraverso i propri sforzi di hacking e l’aiuto di un esperto forense. I dati ottenuti? Informazioni bancarie, numeri di previdenza sociale, documenti di supporto per bambini e le credenziali di una carta di credito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *